News

Buoni propositi 2018: consigli per un anno digital vincente

Domanda: chi sarà il re dei social media 2018?

Dando per scontato il ruolo di “boss social” di Facebook, la sorpresa del 2018 sarà quasi certamente Instagram, che consoliderà il grande successo di quest’anno, dovuto principalmente all’inserimento delle Instagram Stories. Come dichiarano i piani alti della piattaforma stessa, infatti, sono circa 800 milioni le persone che la utilizzano ogni mese. Tra i buoni propositi per il 2018 sarà quindi fondamentale inserire (o incrementare) l’utilizzo di questo social nei nostri piani marketing, oltre a quello di Linkedin, anche questo con buoni margini di crescita a differenza di Twitter, che nonostante l’aggiornamento riguardante il numero dei caratteri per i tweet (da 140 a 280) potrebbe subire un calo.

Prima di chiudere il discorso Social Marketing, un’ultima e importantissima precisazione: se vi state chiedendo quale sarà il contenuto vincente del 2018, la risposta è molto semplice: i video!

Ok, passiamo alla fase 2

Tra i buoni propositi per il 2018, l’uso di influencers potrebbe rivelarsi molto utile per far conoscere e diffondere il nostro brand. Secondo una ricerca di Inc.com, infatti, nel 2017 ben l’84% delle aziende digital ha realizzato almeno una campagna sfruttando la popolarità di un influencer. Volete un dato più concreto in termini di guadagni? Eccovi accontentati: ogni dollaro investito, 6.50 $ di guadagno. Non male, no?!

Per quanto riguarda la user experience invece, sarà certamente vincente utilizzare strumenti come la realtà aumentata e quella virtuale, che permettono ai nostri potenziali clienti di avere un’esperienza diretta con i prodotti e servizi che offriamo ancora prima di acquistarli; i chatbot, molto utili, ad esempio, per offrire un’assistenza clienti H24; il Marketing comportamentale e l’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale, che permettono di creare contenuti in maniera automatica e di farlo adeguandosi al nostro target di riferimento.

Ancora un paio di utili consigli sui buoni propositi per il 2018

Innanzitutto, sarà fondamentale, per il nuovo anno, il rispetto della privacy dei nostri utenti, soprattutto dopo l’entrata in vigore della nuova normativa UE, che privilegeranno infatti le aziende che più la rispetteranno.

Infine, vi consigliamo di cominciare a pensare di sperimentare nuovi formati pubblicitari che “aggirino” la diffusione delle tecnologie ad-blocking. Per quale motivo? Perché Google sta lavorando ad un tool per il browser Chrome che permetterà di silenziare i video autoplay; e, ancora, si stima che nel 2020 saranno ben 100 milioni i consumatori che utilizzeranno sistemi di ad-block (nel 2016 erano 44 milioni).

Ah, un’ultimissima cosa! Dedicate una piccola parte della vostra strategia ai Millenials e alla cosiddetta Generazione Z, vale a dire i nati dopo il 1995. È vero, sono molto giovani, ma sono il futuro!