Strumenti

Business email: come contattare e acquisire contatti nel B2B

Spesso quando si parla di campagne marketing l’attenzione è rivolta esclusivamente ai potenziali clienti del mercato “b2C”. Esistono per questo tipo di promozione diversi strumenti, dalla mail agli sms, passando per i social network e i banner.

Per quando riguarda invece il settore in cui sia venditori che acquirenti sono aziende, noto come B2B, le business email e in generale il B2B email marketing sono la soluzione spesso più utilizzata e generalmente più efficace. Per portare avanti strategie di B2B email lead generation infatti, è necessario raccogliere in modo accurato i contatti e creare dei messaggi che non solo sappiano parlare ad un target definito, ma siano anche in grado di far risaltare quello che è l’obiettivo primario di ogni business: la possibilità di un ritorno dell’investimento.

Oggi, attraverso alcuni esempi, vedremo come scrivere una business email e creare campagne email B2B di successo.

Business email e B2B: un settore di mercato dall’ampio potenziale

Viste le potenzialità che ogni lead B2B racchiude al proprio interno, le business email dedicate a raggiungere questo obiettivo devono essere di altissima qualità. La presenza di contenuti interessanti, una call to action chiara e un rimando ad una landing esaustiva, possibilmente con un form di inserimento dati, devono essere passaggi intuitivi per tutti i potenziali lead che le campagne email B2B andranno ad impattare.

Una volta che questi contatti saranno raccolti, andranno inseriti all’interno di un B2B email database, organizzato in modo da poter recuperare velocemente le anagrafiche per possibili invii futuri. Le business email, data la loro importanza all’interno di ogni campagna, dovranno essere strutturate in modo impeccabile: vediamo attraverso un paio di esempi come creare contenuti efficaci e attirare potenziali clienti tramite B2B email marketing.

Due esempi di business email per il B2B

Supponiamo di essere un’impresa produttrice di macchinari per lavori edili, che desidera raggiungere nuovi potenziali clienti e vendere un nuovo tipo di scavatore appena lanciato sul mercato. Selezionando da un database segmentato anagrafiche in target, questa azienda potrà contattare attraverso business email tutte le ditte edili specializzate nel movimento terra, attraverso un messaggio personalizzato e un funnel ottimizzato per la lead generation.

Proponendo il nuovo prodotto e un evento lancio, in cui verranno dimostrate le sue nuove funzionalità, l’impresa potrà acquisire dei nuovi contatti inviando loro mail e spingendoli a cliccare su una call to action, la quale rimanderà su una conseguente landing page contenente un form di inserimento dati. Così facendo, le anagrafiche generate saranno non solo altamente qualificate, ma anche “calde” e con una chiara intenzione di approfondire il rapporto (che eventualmente si concluderà con la vendita di uno o più scavatori).

Un altro esempio di business email dedicata alla B2B lead generation potrebbe essere circostanziato all’interno del settore prestiti. Un istituto, specializzato in finanziamenti a piccole imprese, potrebbe mettersi in contatto con una campagna B2B email marketing con alcuni negozi, proponendo loro finanziamenti personalizzati e invitandoli ad una consulenza in sede per, eventualmente, dare il via ad una collaborazione finalizzata alla crescita professionale.

Come abbiamo già detto, nel settore B2B la qualità dei lead è generalmente alta e tutti i contenuti promozionali, per essere performanti, devono tenere in considerazione questo aspetto. Soltanto attraverso l’invio di business email ottimizzate ad un database di contatti selezionato accuratamente sarà possibile, per le aziende interessate ad espandere la propria rete di contatti e generare nuovi lead, aumentare il loro ROI e dare una marcia in più alle loro campagne marketing. Per scoprire tutte le caratteristiche delle campagne DEM Ediscom e le soluzioni dedicate alla lead generation, non esitate a richiedere subito una consulenza professionale!