Strumenti

SEO Marketing: come raggiungere più clienti con l'ottimizzazione contenuti

Nel corso degli anni gli algoritmi di posizionamento Google sono diventati sempre più complessi ed evoluti. Con loro, i marketer di tutto il mondo si sono dovuti adeguare sviluppando una serie di parametri in grado di rendere un contenuto più appetibile per il posizionamento nelle SERP, agendo principalmente per ottenere risultati in modo organico.

Oggi mai come prima, l’ottimizzazione SEO è fondamentale per fornire ad un sito la visibilità che desidera; questo lavoro, che influenza esclusivamente il traffico organico, va combinato con le campagne ADV a pagamento, in un approccio olistico che massimizza il numero di visualizzazioni provenienti da contesti differenti. In che modo unire queste due strategie al meglio?

SEO Marketing e Campagne ADV per attirare clienti

Il SEO marketing, sebbene ruoti principalmente attorno alle parole chiave e all’ottimizzazione del testo, in realtà racchiude al proprio interno una serie di interventi più strutturali dentro al sito web. Google, infatti, nella valutazione di un sito considera sì la qualità, la pertinenza e la quantità dei contenuti, ma non solo: la struttura della sitemap, la velocità di caricamento delle pagine, la presenza di errori 404, la distribuzione di testo e immagini e la presenza di protocolli web sicuri sono tutte variabili che, nel punteggio SEO, influiscono in modo determinante.

Qual è dunque lo scopo ultimo di avere un sito ottimizzato in chiave SEO? Gli utenti, navigando sul motore di ricerca, vorrebbero trovare dei contenuti che rispecchino le loro aspettative e forniscano loro una risposta soddisfacente (proprio per questo motivo Google stesso si sta trasformando in un motore di risposta). Parlando esclusivamente di traffico organico e non a pagamento, la SEO è la strategia migliore per aumentare la visibilità di un sito e far sì che compaia tra i primi risultati nel maggiore numero di SERP possibili. Più utenti visitano il sito, più sono le chance che questi possano trasformarsi in lead.

Detto ciò, ci sono diversi motivi per cui una componente di advertising a pagamento, soprattutto in una strategia di lead generation, non solo è utile ma anche consigliabile. Combinare i lead raccolti tramite un sito SEO ottimizzato e quelli ricavate dagli invii di contenuti promozionali alle anagrafiche di un database permette di aumentare e diversificare i contatti.

Sebbene possa sembrare un processo immediato, è importante capire come l’ottimizzazione di un sito porterà dei risultati in maniera tangibile nel medio-lungo periodo. Si tratta di una strategia oggettivamente efficace, ma per posizionarsi in modo vantaggioso non è più sufficiente concentrarsi su una KW principale e ad alto traffico. Ogni settore sul mercato ha delle parole chiave particolarmente note, ma le chance che queste siano già state “occupate” da aziende di grandi dimensioni e in grado di investire seriamente nell’ottimizzazione sono vicine al 100%. Un business smart, oggi, deve guadagnare una posizione dopo l’altra lavorando sulle KW secondarie, caratterizzate sì da un discreto ammontare di ricerche, ma focalizzandosi maggiormente su altri indicatori come la KW difficulty o la pertinenza a particolari bacini di utenti non ancora “considerati”.

La SEO all’interno delle campagne display

Un altro modo di utilizzare la SEO per raggiungere più clienti, soprattutto all’interno di campagne di lead generation, passa attraverso l’ottimizzazione delle campagne display. Nello specifico piattaforme pubblicitarie come Google Adwords permettono la promozione del proprio sito web attraverso il posizionamento non organico, inserendolo negli spazi pubblicitari pensati appositamente da Big G.

Prevedibilmente, Google AdWords funziona attraverso la logica delle keywords, utili per indirizzare al meglio la campagna pubblicitaria verso un target definito. Come può un approccio sensibile all’ottimizzazione essere d’aiuto in questa fase di acquisto? Gli spazi pubblicitari sono sì in vendita, ma al miglior offerente! Sta alla bravura del SEO Specialist selezionare delle keywords efficaci ma non troppo contese, in modo da minimizzare il rischio di farsele sfuggire e al contempo massimizzare i risultati della campagna. Sia per questo passaggio che in generale nelle campagne di Advertising, individuare il proprio target è fondamentale. Ha poco senso infatti investire soldi ed energie in posizionamenti non coerenti con il pubblico che si desidera raggiungere (proprio per questo motivo Facebook mette a disposizione la possibilità di reimpostare le proprie campagne con un’azione di retargeting).

L’ottimizzazione SEO di un sito, unita al buon posizionamento di banner pubblicitari targettizzati, permetterà di raccogliere dei lead ad alta qualità, contestualizzati e di varia estrazione. Per ottenere questi risultati, fortunatamente, è consigliabile rivolgersi ad un’agenzia di marketing specializzata, in grado di ascoltare tutte le esigenze dei clienti e definire insieme gli obiettivi e la strategia di azione.