Marketing

Strategia SEO: tutti i segreti per ottimizzare al meglio!

Con il termine SEO si intende, a grandi linee, quell’insieme di tattiche utilizzate per ottimizzare i contenuti online ai fini di un miglior posizionamento organico sulle pagine dei motori di ricerca (SERP). Nell’articolo di oggi vorremmo evidenziare, attraverso una rassegna intuitiva dei punti chiave, l’importanza di una strategia SEO di lungo periodo per qualsiasi azienda che voglia essere competitiva.

Qual è il grande vantaggio di un buon posizionamento in SERP? La possibilità di far trovare agli utenti il prodotto o servizio che gli stiamo proponendo, proprio nel momento in cui questi lo stanno cercando. Un risultato simile è ottenibile in modo immediato anche attraverso l’utilizzo di campagne ADV targettizzate, ma si tratta di un approccio vantaggioso sul breve periodo e molto più costoso sul lungo. Una strategia non esclude comunque l’altra. Un posizionamento organico ottenuto tramite una strategia ben architettata permetterà, sostenendo minimi costi di “manutenzione”, di risultare sempre in cima alle pagine di ricerca, mantenendo un vantaggio competitivo davvero prezioso.

Il punto forte dell’ottimizzazione SEO è il perdurare nel tempo dei suoi risultati; questa cosa è raggiungibile solo con un lavoro attento e gestito da professionisti. In una strategia di performance marketing questo approccio, se applicato correttamente, concorrerà in modo determinante a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Una strategia SEO complementare alla user experience

Con la sempre maggiore complessità degli algoritmi di posizionamento dei motori di ricerca e dei dispositivi da cui si naviga online, la convergenza di due settori del digital si sta facendo sempre più evidente: SEO e UX. Con il secondo acronimo ci stiamo riferendo a tutto ciò che ruota intorno alla costruzione della user experience, il cui operato punta al miglioramento dell'usabilità, della facilità di utilizzo, dell'intuitività e dell'interazione dell’utente con le pagine web.

In un circolo che si autoalimenta, gli algoritmi di Google si pongono come primo obiettivo il posizionamento di siti e pagine che risultino utili e intuitivi da consultare, basandosi su quelli che sono i feedback e il comportamento degli utenti online. La naturale risposta dei marketer a questa circostanza è l’ottimizzazione su più fronti, sia dei contenuti o di come questi vengono impostati nella pagina visualizzata. Mai come oggi, dunque, una strategia SEO dovrà essere legata strettamente all’esperienza di navigazione.

Le principali tattiche utilizzate in una strategia SEO performante

Per capire al meglio la complessità di una strategia SEO e l’importanza dell’affidarsi a dei professionisti, distinguiamo quelli che sono i due principali campi d’azione su cui un SEO Expert si deve muovere: ottimizzazione on-site e ottimizzazione off-site.

SEO on-site
Con questo termine identifichiamo l’ottimizzazione che avviene sul sito web del cliente, sia nella struttura che nei contenuti. Partendo dalla struttura sarà importante verificare una serie di variabili utili ai fini del posizionamento:

- la corretta architettura del sito: migliore sarà la struttura, maggiore sarà la possibilità di scalare le prime posizioni di Google; la struttura statica di navigazione più utilizzata dai sito web è la struttura ad albero;
- la coerenza e la pulizia degli URL: per aiutare i crawler nella scansione del sito, oltre alla sua struttura è importante definire al meglio anche la composizione dei link delle singole pagine, minimizzandone il numero di caratteri e organizzandoli secondo un ordine semantico chiaro;
- l’assenza di pagine vuote o duplicate: sempre in ottica di razionalizzazione, la presenza di pagine doppie o vuote inciderà negativamente nel posizionamento del sito, essendo sintomo di scarsa efficienza e attenzione;
- la pulizia del codice HTML: il codice con cui è scritto il sito giocherà a sua volta un ruolo chiave nell’ottimizzazione. Pur trattandosi di contenuti non visibili agli utenti visitatori, l’utilizzo di tag e metadati ai fini dell’ottimizzazione aiuterà Google a riconoscere più facilmente la struttura di un sito e, di conseguenza, premiarlo.

Per quanto riguarda l’ottimizzazione dei contenuti, invece, ci limiteremo ad evidenziare l’importanza delle parole chiave (siano queste primarie, secondarie o correlate) e la corretta formattazione di ogni singola pagina on-site. Entrambi i valori sono tenuti in grande considerazione da Google nella valutazione di una pagina, pertanto una volta definito il sito sarà compito del SEO Expert individuare le parole chiave più efficaci per posizionare il portale del cliente il più in alto possibile nelle ricerche tematiche di suo interesse.

Considerando l’importanza dell’ottimizzazione dei contenuti nella SEO, riteniamo fondamentale approfondire il discorso e rimandarvi a diversi articoli sull’argomento e pubblicati sul nostro blog. Abbiamo analizzato ad esempio l’utilizzo della SEO in ottica di lead generation, la SEO nelle campagne ADV e Display e la forza della SEO geolocalizzata.

Seo off-site
Un’altra componente molto importante in una strategia SEO è la cosiddetta “Seo off-site”. Come si può ottimizzare il posizionamento di un sito anche al di fuori dei suoi contenuti o della sua struttura?
Tra i valori considerati da Google per l’ottenimento di un buon posto in SERP c’è anche il numero di menzioni, citazioni e link da siti esterni. Questi domini, per essere funzionali agli obiettivi del cliente e della sua strategia, devono rispondere a certi requisiti; tra i principali troviamo l’affinità tematica con il sito “destinatario”, una buona autorità del dominio, l’inserimento della menzione all’interno di un testo di qualità e la corretta contestualizzazione del link all’interno del discorso. Questo discorso vale sia per link in “entrata” che in “uscita”, rappresentando nell’insieme un’attività nota come “link building”.

Dovendo incontrare tutti questi criteri per risultare efficace, l’ottimizzazione off-site tramite link building richiede molta abilità e un lavoro preciso e duraturo nel tempo. Tentativi di SEO “fraudolenta” (nota anche come SEO Black Hat) sono facilmente individuabili dal motore di ricerca, che penalizzerà il dominio citato in modo massivo o seriale di conseguenza.

Una strategia SEO di alto livello non è un investimento occasionale

Dopo questi paragrafi dedicati alle sfumature di una strategia SEO di alto livello, vorremmo concludere l’articolo con una considerazione fondamentale.
Nonostante l’ottimizzazione per il posizionamento organico su Google non sia una scienza esatta al 100%, segue delle regole ben definite e in costante aggiornamento; per sfruttare al meglio tutti i vantaggi che un primo posto in SERP può portare, è necessario investire costantemente in un lavoro di affinamento del sito e delle menzioni esterne.

Questo tipo di investimento, che comprende ripetizione ciclica di operazioni come la verifica delle KW più importanti o la pulizia del codice HTML del sito, richiede il lavoro di figure tecniche specifiche, in grado di ascoltare le esigenze del cliente e orientare al meglio le sue scelte per il raggiungimento degli obiettivi desiderati.

Proprio per rispondere a queste necessità Ediscom propone, tra i suoi servizi, un piano di consulenza SEO personalizzato, ideale per posizionare, e mantenere, qualsiasi sito al vertice della SERP di Google desiderata.